Recensione Realme 3 Pro: un nuovo best buy?

Recensione Realme 3 Pro: un nuovo best buy?

Realme è un sub-brand di Oppo, azienda cinese che da poco ha deciso di entrare in maniera importante in Europa, e in specie in Italia.

Dopo il successo del top di gamma “Reno”, Oppo lancia sul mercato un medio gamma dalla scheda tecnica particolarmente interessante, e con un prezzo molto aggressivo di 199 euro.

Arrivato circa dieci giorni fa, abbiamo avuto tutto il tempo di testarlo a forndo.

Recensione Realme 3 Pro: la nostra anteprima!

Senza dilungarci oltre, vi lasciamo alla nostra personalissima recensione [IN ANTEPRIMA] del Realme 3 Pro.

Confezione

recensione-realme-3-pro-packaging

Nella confezione di vendita troviamo:

  • smartphone Realme 3 Pro
  • cover in silicone
  • una pellicola in plastica
  • manualistica
  • spilletta per rimuovere il carrellino SIM/MicroSD
  • caricatore compatibile con lo standard VOOC Fast Charge 3.0

Purtroppo vi è l’assenza delle cuffie.

Display e Design

Il design riprende il trend del momento, notch a goccia sulla parte frontale e cornici abbastanza ridotte, che ricordano un po’ quelle del suo principale competitor Redmi note 7.

La scocca realizzata in vetro restituisce al device un touch-and-feel “premium” , anche se a primo impatto potrebbe risultare un “vetro plasticoso”. Ma considerato il prezzo, direi più che buono.

recensione-realme-3-pro-schermo

Il display è un IPS da 6.3’’ e risoluzione FHD+ (2340×1080 pixel). Ci troviamo di fronte ad un pannello di buona qualità, con bei colori e una buona resa cromatica. Molto buona anche la luminosità.

Strana la disposizione del bilancere del volume posizionato sulla sinistra del dispositivo. Questione di abitudine forse, ma avrei preferito una scelta più in linea con la tradizione che vede tutti i tasti posizionati sul lato destro.

Gruppo di discussione Telegram

Il peso di 172 grammi è ben distribuito, si ha una impressione di solidità nell’utilizzo quotidiano.

La versione che ho potuto provare è la Nitro Blue, particolarmente accattivante per le sfumature ed i gradienti di blu.

Hardware

Passiamo al comparto hardware di questo Realme 3 Pro!

La piattaforma hardware è composta da un processore octa-core Snapdragon 710 che può raggiungere la velocità di clock di 2,2 GHz.

La versione oggetto del test è da 4GB di RAM e 64Gb di memoria interna. Sul mercato verrà lanciata anche la variante 6/128.

La memoria è comunque espandibile tramite MicroSD, e non è necessaria la rinuncia alla seconda sim se si sceglie di utilizzare una espansione MicroSD: il carrello contiene 3 alloggiamenti, 2 SIM e 1 MicroSD.

Questo è un punto a favore per Realme rispetto alla concorrenza, che spesso costringe l’utente a scegliere se utilizzare il secondo alloggiamento per la SIM o la MicroSD.

Scopri Realme 3 Pro!

Lo sblocco tramite sensore biometrico posto sul retro è sempre veloce e preciso, e lo sblocco col volto soffre un pò in condizioni di bassa luminosità (parliamo sempre di un dispositivo di fascia media, e anche i competitor in tali circostanze non fanno di meglio).

Il comparto grafico è affidato alla collaudata Adreno 616 (quella già vista nel Mi8 SE). Come ormai è diventata consuetudine anche per altre marche, anche Realme ha implementato una funzione che strizza l’occhio agli amanti del gaming su smartphone. La funzione TouchBoost migliora il tempo di reazione e la latenza tra comandi e risposta delle immagini a schermo. Ne vien fuori una esperienza d’uso particolarmente fluida, senza intoppi ed impuntamenti anche durante sessioni prolungate di gaming.

Il dispositivo è basato poi sulla ColorOS 6.0 con base Android 9.0. Ciò fa sperare bene per i prossimi aggiornamenti.

La connettività è (quasi) completa e possiamo contare su 4G LTE, Wi-Fi a 2,4 GHz e 5 GHz, Bluetooth 5.0.

Manca però il modulo NFC.

Fotocamere

Il comparto fotografico è composto da un sensore Sony IMX519 da 16 megapixel f/1.7 accoppiato ad una fotocamera secondaria da 5 megapixel che ci permette di effettuare la profondità di campo.

Per i selfie troviamo un modulo anteriore incastonato nel notch a goccia da 25 megapixel con ottica f/2.0. Realme è riuscita ad implementare una particolare ottimizzazione software che permette di effettuare scatti ricchi di dettagli anche in notturna.

Disponibile anche il formato RAW e una modalità manuale ad alta risoluzione, che arriva a produrre scatti fino a 64 megapixel!

È ovviamente prematuro, causa prima release del software, poter dare un giudizio approfonfito sul comparto fotografico. Ma per ora mi ritengo molto soddisfatto!

Dai primi scatti sembra che il comparto fotografico sia in linea con i medio gamma del momento. Qualche sofferenza con la fotocamera frontale in notturna che non sempre riesce bene a scontornare i volti (con i prossimi aggiornamenti la situazione migliorerà).

Autonomia

A livello di autonomia le premesse sono interessanti. A bordo c’è una batteria da 4.045 mAh con tecnologia di ricarica rapida VOOC 3.0 made by Oppo.

Tale tecnologia di ricarica rapida, consente di ricaricare il dispositivo tramite un trasferimento di energia, ad elevata corrente e basso voltaggio (5V 4A), che promette un basso surriscaldamento.

Il connettore di ricarica è di tipo MicroUSB, ci saremmo aspettati il Type-C che l’avrebbe reso più compatibile con gli standard del momento.

Conclusioni Recensione Realme 3 Pro

Realme 3 Pro, durante i primi dieci giorni di test, si è rivelato essere completo e valido sotto diversi punti di vista.

Il design è simile a quello del Redmi Note 7, anche le stondature laterali restituiscono un design più moderno e la fotocamera l’ho trovata migliore soprattutto negli scatti con poca luminosità.

A livello software la ColorOS non mi è dispiaciuta affatto, abbastanza completa, anche se con alcune funzioni in meno rispetto alla MIUI.

La batteria mi ha sempre portato a sera, coprendo circa le 6:30/7 ore di schermo acceso con utilizzo misto rete dati+WiFi, e smartwatch sempre connesso col bluetooth.

Le note negative devo darle al:

  • connettore di ricarica (ancora) MicroUSB
  • bassi poco profondi (gli alti sono più acuti).

Che dire, questo Realme 3 Pro promette veramente bene, mi è piaciuto molto e ho deciso di tenerlo per valutare un pò come la casa produttrice si comporta con lo sviluppo software.

Tirando le somme, Realme 3 Pro si candida per il titolo di best buy del 2019!

Dove acquistare

Realme 3 Pro sarà posizionato ad un prezzo di lancio particolarmente aggressivo di 199 euro per la versione da 4/64 e di 249 euro per la versione da 6/128 e questo lo rende appetibile ad un vasto pubblico.

Il dispositivo verrà venduto, almeno inizialmente, solo sul sito ufficiale a partire dal 5 di Giugno.

La concorrenza sui medio gamma si fa sempre più agguerrita!!

Scopri Realme 3 Pro