Recensione Xiaomi Redmi Note 7: il vero best buy 2019

Recensione Xiaomi Redmi Note 7: il vero best buy 2019

Innegabile dirlo che il trend del momento non è più acquistare smartphone top gamma, ma trovare il device dall’ottimo rapporto qualità-prezzo.

Xiaomi è leader mondiale quando si parla di produrre e commercializzare smartphone dall’incredibile rapporto qualità-prezzo.

E infatti in questo 2019 la casa cinese ha lanciato sul mercato il suo nuovissimo Redmi Note 7.

Ma non è Xiaomi?

Si è sempre Xiaomi, ma Redmi è diventato un sub brand, una costola di Xiaomi (come Pocophone per intenderci).

Noi, curiosi come sempre, abbiamo acquistato il nuovissimo Redmi Note 7 e lo abbiamo recensito per voi!

Recensione Xiaomi Redmi Note 7: il best buy 2019 della fascia 199 – 299 euro

–Gruppo di discussione Telegram per richieste e supporto–


Confezione

recensione-xiaomi-redmi-note-7-confezione

All’interno della confezione dello Xiaomi Redmi Note 7 troviamo:

  • smartphone Xiaomi Redmi Note 7
  • cover in silicone (trasparente per il modello blue, fumè per la colorazione nera)
  • cavo di ricarica USB-Type-c
  • caricabatterie presa europea
  • spilla per rimuovere il carrellino sim
  • piccola manualistica

-ACQUISTA SU MASTMEN CON COUPON MENO5_FIXIALO | SPEDIZIONE DA ITALIA 24/48H-


Design e Display

Lo Xiaomi Redmi Note 7 riprende quasi interamente le linee del top gamma della casa cinese, il Mi 9.

Sulla parte frontale abbiamo un ampio display da 6.3 pollici con una ratio 19.5:9, all’interno del quale è incastonata la fotocamera anteriore (all’interno di un piccolo notch a goccia).

Il display è un bellissimo pannello IPS, con risoluzione FullHD+ (1080*2340 pixels), con buona luminosità, definizione, angoli di visuale e trattamento oleofobico.

Dalle nostre prove abbiamo potuto constatare come il sensore di luminosità lavori abbastanza bene, e la luminosità sotto la luce diretta del sole è abbastanza buona.

recensione-xiaomi-redmi-note-7-display

La parte posteriore è realizzata interamente in vetro con un bellissimo trattamento che consente, in relazione al tipo di luminosità, di far “cambiare” colore alla back cover.

Sulla parte posteriore abbiamo anche la dual camera e il sensore per la lettura delle impronte digitali.

E’ anche presente la scritta REDMI, e non Xiaomi, essendo il Note 7 il primo device nato dalla “scissione” tra i due brand.

recensione-xiaomi-redmi-note-7-design


Hardware e connettività

A livello hardware abbiamo l’ottimo Qualcomm Snapdragon 660, 4Gb di RAM e 32/64/128Gb di storage espandibili mediante scheda di memoria di tipo MicroSD.

A livello software invece abbiamo MIUI 10 con base Android 9.0 Pie.

Il telefono durante il nostro consueto stress test si è sempre rivelato all’altezza delle aspettative, non deludendo in alcuna circostanza.

Fluidità sempre ai massimi regimi, senza cali o lag, anche con giochi e applicazioni pesanti.

Per quanto riguarda la connettività abbiamo:

  • Wi-Fi 802.11 a/b/g/n/ac, dual-band, Wi-Fi Direct, hotspot
  • Bluetooth 5.0, A2DP, LE
  • GPS con A-GPS, GLONASS, BDS
  • Porta infrarossi IrDa
  • Radio FM
  • Type-C reversible connector

Un reparto connettività veramente completo, considerata la fascia di prezzo.

Un dispositivo a cui manca praticamente solo il modulo NFC.


Fotocamere

Xiaomi Redmi Note 7 non delude neanche sotto il punto di vista fotografico.

La fotocamera principale è in configurazione dual camera con il sensore principale da 48 megapixel (f/1.8, (wide), 1/2″, 0.8µm, PDAF), e il secondario da 5 megapixel (f/2.2, depth sensor), e dual flash led.

La fotocamer anteriore invece è una single camera da 13 megapixel (f/2.0, 1.12µm), senza flash fisico ma è possibile simularlo col il display (un pò come funziona sugli Apple iPhone).

Gli scatti sono veramente notevoli in condizione di luce ottimali, e abbastanza buoni di sera o con scarsa illuminazione.

Per migliorare notevolmente gli scatti, senza moddare il device, potete seguire la nostra guida all’installazione della Google camera su Redmi Note 7.


Autonomia Redmi Note 7

Uno dei tanti punti forti di questo dispositivo, e che da sempre contraddistingue la serie Redmi Note, è sicuramente l’autonomia.

Redmi Note 7 è dotato di una batteria da ben 4.000mAh, con supporto alla tecnologia di ricarica rapida Qualcomm QuickCharge 3.0.

In realtà il processore supporta anche la ricarica veloce a 18W, più semplicemente QuickCharge 4.0 (ma non è abilitato).

Con i nostri test abbiamo raggiunto i seguenti risultati, in termini i SoT (ore di schermo acceso):

  • rete dati: circa 6/6.30h
  • WiFi: circa 7.30/8h
  • utilizzo misto rete dati + WiFi: 7/7.15h

Che dire, questo Xiaomi Redmi Note 7 ha una durata veramente incredibile.


Conclusioni Recensione Xiaomi Redmi Note 7

Eccoci giunti alle nostre conclusioni recensione Xiaomi Redmi Note 7.

Il dispositivo è semplicemente fantastico, ben bilanciato su tutti i fronti.

Ci ha sutpito il comparto fotografico, che per la prima volta su un Redmi è finalmente BUONO!! (migliorabile di molto installando la GCam)

Se dovessimo trovare un difetto, potremmo dire l’audio in vivavoce non troppo alto, ma “giusto”.

Certo è che a questo prezzo, sui 200 euro, non esiste veramente nulla di meglio!


Dove acquistare